mercoledì 25 maggio 2016

Gravidanza indesiderata? Ecco i mille modi per restare incinta tra realtà e falsi miti

La gravidanza a sorpresa. Evitare una gravidanza indesiderata è tutta questione di educazione sessuale. Ma quando in casa o a scuola le informazione sulle conseguenze dell'amore sono carenti, se non addirittura inesistenti, ci si affida alla sorte e, soprattutto, ci si appiglia a credenze sul sesso tramandate ormai di generazione in generazione, spesso più fondate sul 'sentito dire' che su reali basi scientifiche. Ma è sempre tutto vero? Non proprio, anzi. Il più delle volte si tratta non solo di falsi miti, ma anche di consigli del tutto controproducenti. 

A tentare di fare il punto sull'argomento è FEMAIL, il 'braccio rosa' della redazione del Mail Online che ha girato dubbi e domande sul concepimento agli esperti del servizio sanitario australiano.  Una cosa di cui non tutti sono coscienti - spiega il quotidiano - è che non è sempre necessaria la penetrazione per concepire. Una eventualità potenzialmente molto pericolosa soprattutto per gli adolescenti dediti al 'petting': le donne possono infatti rimanere incinte attraverso il cosiddetto 'accoppiamento asciutto', cioè quando un uomo e una donna si strusciano l'uno contro l'altra senza penetrazione. Non si tratta certo di un'eventualità molto comune, ma è comunque possibile: "Se lo sperma entra in contatto con la vagina allora c'è il rischio di una gravidanza", spiegano gli esperti del 'Family Plannining' australiano. Che sottolineano anche come gli indumenti intimi non possano essere considerati una barriera sicura, dal momento che il seme potrebbe facilmente bagnare boxer e mutandine. Un evento raro, ma comunque non privo di rischi.  Se la credenza secondo cui è possibile rimanere incinte nuotando in una piscina dove un uomo ha eiaculato rientra fra le leggende metropolitane, anche l'adagio secondo il quale l'allattamento impedirebbe la fecondazione agendo come contraccettivo naturale non è certo da meno. Anche se l'allattamento al seno fino a sei mesi dopo la nascita può in effetti ridurre le probabilità di concepire, non si tratta di un metodo efficace al 100% e non esiste alcuna prova scientifica a supporto di questa tesi. Tra le paure espresse agli esperti, la possibilità di una gravidanza derivata da rapporti esclusivamente orali o anali. Paure evidentemente infondate, così come infondato risulta il timore di concepire durante la menopausa, fase ormai non più fertile nella vita di una donna.  Un 'evergreen' delle cose da non fare se si vuole evitare una gravidanza indesiderata è praticare il coito interrotto. Ma sono ancora in molti a credere che si tratti di un valido metodo contraccettivo, sbagliando di grosso: "Una gravidanza può capitare anche se il pene viene estratto dalla vagina prima dell'eiaculazione - spiegano gli esperti - dal momento che anche una piccola quantità di seme contenuto nei fluidi espulsi prima dell'eiaculazione possono entrare in contatto con la vagina".  Pericoloso, infine, anche tentare la via del conteggio dei giorni fertili. Astenersi dal sesso nel periodo fertile di una donna, e fare sesso non protetto per tutto il resto del mese, non previene alcun rischio di gravidanza. Le donne, infatti, possono rimanere incinte durante ogni fase del ciclo mensile, inclusa quella del flusso mestruale.

1 commento:

  1. Fatele dire nelle scuole queste cose.è molto impportante!

    RispondiElimina

Post più popolari